"America" di Simone De Summa - da sabato 4 a lunedì 13 novembre 2017 in mostra a Conversano


«È impossibile difendersi quando manca la buona volontà» - K.


“America” è il nome con cui Max Brod decide di battezzare un manoscritto che non porta alcun titolo, il più gioioso e luminoso di Franz Kafka. L’autore soleva chiamarlo il suo “romanzo americano” e nei suoi diari parla dell’opera con il seguente titolo: “il disperso”. Tale romanzo, che apre e spiega la trilogia della solitudine, esprime la posizione indifesa, fragile e maldestra dell’uomo-straniero, dell’ebreo universale, di fronte all’altro, gettando una luce netta e cruda sull’insensatezza delle azioni umane. L’arte del narratore sta nel dire questo senza ricorrere al linguaggio del simbolo, bensì esprimendo in maniera semplice la realtà particolare, che assume tra le mani dell’autore un respiro universale. Tale romanzo ha aperto una nuova via per la comprensione di Kafka, la via dell’umanità semplice e partecipante.


L’opera “America” è invece un punto di vista privilegiato sull’uomo disperso e sulla relazione schizofrenica tra pubblico e privato nella società contemporanea. Uno spazio chiassoso e silenzioso insieme, un assoluto che impone un modo differente di guardare. È l’incontro con l’ordinario in un luogo extra ordinario, una stanza concepita in un monumento come momento didattico per imparare a guardare, porsi domande e riflettere sui temi dell’abitare e dell’accogliere.



Bio


Simone De Summa è nato nel 1991 a Bari, città in cui è attualmente di passaggio.


Dopo aver eseguito studi classici, presso il Liceo Classico Socrate, e teologici, presso la Facoltà Teologica Pugliese, vince una borsa di studio, offerta dalla Facoltà di Teologia di Lugano, grazie alla quale ha l’opportunità di proseguire il suo percorso teologico e filosofico segnato dalla ricerca di nuovi linguaggi che favoriscano il dialogo interreligioso. Alla ricerca di una lingua comune, approfondisce il rapporto tra Arte e Teologia e frequenta inoltre per un anno la Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia a Napoli. Si accosta all’iconografia bizantina grazie al maestro ed esperto Antonio Calisi operando per il Laboratorio Volto Santo. Qui conosce il maestro Valeriu Purdea, da cui apprende i segreti dell’iconografia. Parallelamente indaga nuove possibilità della tecnica iconografica dando spontaneamente inizio ad un percorso artistico proprio, basato sullo studio continuo ed interminabile dell’Arte. Prosegue attualmente i suoi studi presso l’Anselmianum di Roma e l’Università degli Studi di Bari. È docente e studente, iconografo e artista.


Inaugurazione:
Sabato 04 novembre dalle ore 20.00
Ex Chiesa San Giuseppe, Via San Giuseppe pressi P.zza Castello, Conversano (BA)



Aperto tutti i giorni dal 05/11 al 13/11 dalle ore 10:00 alle 20:00


Evento gratuito


Evento promosso da PRO.CUL.TER.- Centro Studi per la Promozione Culturale del Territorio
Patrocinato dal Comune di Conversano e da Pro Loco Conversano

Per ulteriori informazioni:
+39 3388535932
https://simonedesumma.wordpress.com/ 
Web: simonedesumma.wordpress.com/
da sabato 4 a lunedì 13 novembre 2017
Conversano (Bari)
via San Giuseppe
Inaugurazione alle 20:00 di sabato 4 Novembre, apertura tutti i giorni dal 05/11 al 13/11 dalle ore 10:00 alle 20:00
ingresso libero
Info. 338/8535932