Passa ai contenuti principali

Venerdì 24 aprile 2015 - Jasenovac - omelia del silenzio

Uno spettacolo teatrale alla Casa delle Arti: Jasenovac - omelia del silenzio

Spettacolo teatrale, consapevolezza di fatti storici, sensibilità culturale.
Tre momenti e insieme tre obiettivi propone la serata di venerdì 24 aprile alla Casa delle Arti. Infatti, alla vigilia del 25 aprile, giorno dedicato al ricordo della Liberazione, l'Associazione Teatrale Luciana Locaputo e la Compagnia Primo Teatro presentano lo spettacolo Jasenovac - omelia del silenzio, scritto e interpretato dall'attore Dino Parrotta.
            La pièce trasporta il pubblico nel 1941, momento della costituzione dello Stato di Croazia, nato a seguito dello disgregamento del regno di Jugoslavia. Stato fantoccio - inizialmente riconosciuto solo da Italia, Germania e Giappone - alla cui guida si impone il "duce adorato" Ante Pavelić con il suo esercito di Ustascia, ovvero gli estremisti nazionalisti cattolici e, chiaramente, filofascisti.
            Il nuovo regime croato si pone come primo obiettivo la realizzazione di uno stato "etnicamente puro", composto solo da croati cattolici: inizia così una delle più sanguinose "crociate" indirizzata contro i serbi-ortodossi, ma che non risparmierà le minoranze ebree e rom. Risultato: oltre 700 mila uomini, donne e bambini trucidati, massacrati brutalmente in una pulizia etnica che sa di calcolo feroce. Il progetto «sterile e scientificamente burocratico» del lager nazista si raffina sadicamente nel mattatoio di Jasenovac. Un fondo cieco e perverso di barbarie in cui, davanti ai corpi quotidianamente martoriati e mutilati, sfila la grottesca galleria di improbabili gerarchi, consapevoli boia inebriati dal potere; di chierici e suore in parata militare con in prima linea "frate Satana", il frate francescano Miroslav Filipović-Majstorović responsabile di quel lager, a ragione definito  «Auschwitz dei Balcani».
            L'opera  di Parrotta porta sul palco solo i fatti - attinti meticolosamente dalle fonti storiche - nella loro aberrante crudezza, permettendo di guardare senza filtri o comodi alibi la nostra storia. Vittime e carnefici si alternano in scena e disegnano la progressione dello stupore incredulo, dell'annichilimento dinanzi alla mostruosità perpetrata.
            Jasenovic - omelia di un silenzio, in sostanza, ha il merito di svolgere un percorso di conoscenza, offre uno strumento per sottrarre al fango dell'indifferenza una delle pagine più controverse della Seconda Guerra Mondiale, ancora oggi volutamente occultata. Lo spettacolo ha l’ambizione di coinvolgere lo spettatore in un processo di consapevolezza, che recuperi la memoria storica cancellando ogni vecchia e abusata retorica.
La serata, infine, si accredita di un ulteriore merito: la partecipazione del pubblico – che viene sollecitata e promossa anche con altre iniziative – permetterà di sostenere con una parte dell’incasso della serata  un importante progetto di volontariato. Un progetto a cui aderiscono le Associazioni che organizzano lo spettacolo teatrale, insieme a tante altre che in Conversano operano nel campo culturale e dell’ambientalismo: raccogliere i fondi economici necessari per avviare il restauro della chiesa rurale di S. Lucia. Una chiesa a rischio di perdita, un elemento del patrimonio culturale cittadino (oltre all’edificio architettonico, interessanti sono i dipinti del XVI e XVIII secolo) che la Comunità locale deve “rifare propria”, e che così potremo continuare a conservare per le generazioni future.                                                                   (Beppe Cacciapaglia)


Post popolari in questo blog

Festa di Santa Rita e SS. Medici - Conversano

Si rinnova l'appuntamento con la festa dei Santi Patroni Minori della Città di Conversano e della Diocesi nei giorni 6, 7 ed 8 ottobre 2018
Domenica 7 ottobre due appuntamenti importanti:
- alle ore 11.00 la Santa Messa con Benedizione degli automezzi e processione della piccola statua di Santa Rita;
-  alle ore 17.00 la Processione di Gala dei Santi patroni.
La giornata sarà allietata dal Concerto Bandistico Città di Conversano "Giuseppe Piantoni" M°  Susanna Pescetti e dalla Banda città di Bitonto "Tommaso Traetta" che seguirà le due processioni.
I fuochi pirotecnici, curati dalla ditta Bruscella Italian Fireworks, saranno incendiati da Via S. Vito e visibili da piazza Castello alle ore 22.00.

Lunedì la festa prosegue con l'esibizione del Concerto Bandistico Città di Conversano "Gioacchino Ligonzo" M° Angelo Schirinzi

Le luminarie sono curate dalla pluripremiata ditta Cav. Vito Faniuolo e Figli
Lunapark nei pressi del Campo Sportivo
Durante le s…

MAGGIO CONVERSANESE 2019 - Il programma

Il comune di Conversano è lieto di annunciare il programma completo di tutte le iniziative proposte all'interno del #MaggioConversanese: dal 24 aprile al 2 giugno la festa popolare di Conversano sarà incentrata sulla valorizzazione delle identità locali, del patrimonio culturale e umano e del territorio, fra turismo esperienziale, addobbi floreali, prodotti tipici, laboratori di cucina e giardinaggio, laboratori per le scuole,chioschi per la vendita di ciliegie, iniziative culturali e manifestazioni artistiche e musicali.  
Di seguito riportiamo il link del programma dettagliato con tutti gli appuntamenti da segnare sull'agenda del MAGGIO CONVERSANESE 2019.

http://www.comune.conversano.ba.it/po/mostra_news.php?id=144&area=H

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a contattare i seguenti numeri:
Città di Conversano  0804094111-113  staff@comune.conversano.ba.it

ORARI TRENI FERROVIE DEL SUD-EST

orari treni bari-taranto 2014/15
orari autolinee 2014/2015

Ferrovie del Sud Est

Numero verde: 800-079090
GLI UFFICI RISPONDONO NEI GIORNI FERIALI ESCLUSO IL SABATO:

Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00;
Martedì e Giovedì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00. 

Consulta i nostri recapiti telefonici nella sezione Contatti > Telefoni
oppure accedi direttamente facendo CLICK QUI