Passa ai contenuti principali

Requiem: sabato 12 aprile 2014 - Conversano (BA)




concerto “Messa di Requiem”


La Corale Jubilate, nasce nel 2004 dalla fusione di due realtà corali cittadine (i cori parrocchiali delle chiese di S. Andrea Apostolo e del Sacro Cuore di Gesù di Conversano), uniti dal desiderio di compiere un cammino spirituale e culturale e dall'amore per il canto e la musica sacra, sotto la direzione artistica del M° Donato Totaro. Il suo organico a voci miste, è composto da circa 45 elementi ed il suo repertorio spazia dalla polifonia classica rinascimentale, alla musica contemporanea.
L’Associazione Jubilate si è costituita successivamente nel 2007 ed ha acquisito, con determina regionale mediante iscrizione al registro regionale del volontariato, la qualifica di ONLUS. Nel 2011, in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, l'Ente ha ottenuto il riconoscimento di "Gruppo di interesse comunale e nazionale".
L’associazione Jubilate risponde alle necessità sociali presenti sul territorio locale promuovendo progetti e iniziative benefiche e di volontariato sempre all’insegna della musica e della diffusione culturale tramite la fruizione della musica classica, sacra ed operistica fino ad arrivare a quella contemporanea e pop, ponendosi come obiettivo la creazione di momenti di animazione e aggregazione sociale, attraverso percorsi mirati alle diverse fasce sociali, valorizzando le risorse e le forme di organizzazione già presenti sul territorio.

DESCRIZIONE DELL’EVENTO

Quest’anno la Corale Jubilate compie 10 anni dalla sua fondazione e, in linea con i suoi intenti di promozione e diffusione della cultura musicale, in particolare quella sacra, intende proporre, alla vostra cortese attenzione il concerto-evento per orchestra, soli e coro "Messa da Requiem" in Re Minore KV 626 di Wolfgang Amadeus Mozart; l'opera si terrà il 12 Aprile p.v. presso la Basilica Cattedrale di Conversano
Il Requiem è l’ultima grande, geniale composizione di Wolfgang Amedeus Mozart, commissionatagli da un misterioso personaggio, nel 1791, quando la salute del compositore è ormai compromessa, tanto che egli non riuscirà a portare a termine per intero l’opera. Siamo di fronte ad una straordinaria composizione nella quale sono  stati individuati come temi dominanti l’aspirazione alla consolazione e l’esaltazione della pietas. Il REQUIEM  di Mozart è un’opera che permette di raggiungere sia melomani ed esperti del settore sia tutti coloro che si approcciano all’ascolto della musica sacra per la prima volta. La manifestazione, patrocinata dal comune di Conversano, è rivolta a tutta la cittadinanza, con particolare riferimento alle comunità parrocchiali, ai ragazzi, agli anziani e a tutte le  associazioni di volontariato sociale.


Esecutori:
Francesca Ruospo – Soprano |   Valentina Patella – Mezzosoprano
Donato Lillo-Tarì -Tenore    |   Lorenzo Salvatori – Bass-Baritono

Coro polifonico Jubilate (Conversano)
Orchestra sinfonica

Direttore: M° Donato Totaro

Cicorella Fracesca

Post popolari in questo blog

Giuseppe Lovascio è Sindaco di Conversano

  L'avv. Giuseppe Lovascio, liste civiche, è stato eletto Sindaco della Cittá di Conversano con il 54% dei voti, per lui è la terza volta che ricopre la carica di primo cittadino  Il candidato del centro sinistra avv. Pasquale Loiacono ha ottenuto il 47% dei voti.

Cavallo razza Conversano

Con la venuta degli Acquaviva d'Aragona a Conversano ed esattamente Giulio Antonio I nel 1456 , si sviluppo' una prestigiosa razza dei cavalli Conversano . Le terre dei conti erano adatte agli allevamenti e allo sviluppo dei cavalli, dovuto alle condizioni favorevoli di aree collinose, e molto probabilmente nelle zone di Alberobello , Noci e ai confini di Martina Franca , erano allevati i cavalli e non nella prossimità di Conversano . Alcuni cenni li ritroviamo su alcune masserie, nei libri intitolati Umanesimo della Pietra: La masseria Bonelli di Noci, citata da Nicola Bauer Umanesimo 79, che risale al 1636, sulla pietra dell'arco del portale era inciso: "Per oridine di GianGirolamo Acquaviva d'Aragona , ottavo conte di Conversano , 1636 ". Il conte era il Guercio delle Puglie e la pietra riportava anche lo stemma dei Conti di Conversano. Un'altra si presumeva era "La cavalerizza", fra le strade di Alberobello , Monopoli , Fasano . Sul

Lo spumone artigianale di Conversano - progetto enogastronomia Servizio Civile 20/21

Punta di diamante della produzione dolciaria locale, lo spumone è un tipico dessert al cucchiaio goloso, fresco e cremoso, preparato con gelato artigianale e perfetto da gustare dopo i pasti. La forma ricorda quella di una cupola in cui si alternano strati di gelato accomunati da un cuore morbido o croccante, a seconda delle tante versioni che si sono diffuse in tutto il sud Italia. Il gusto classico dello spumone è nocciola e cioccolato, arricchito da panna, mandorle tritate e cioccolato fondente in pezzi al suo interno.  In passato, lo spumone era un dolce che abbondava soprattutto nei banchetti nuziali delle famiglie più abbienti e nelle feste patronali. Originariamente nasce a Napoli nel XIX secolo, probabilmente per opera dei “monzù”, cuochi presso le case nobiliari, in occasioni di eventi particolari e celebrazioni. Negli anni lo spumone si è diffuso a macchia d’olio in tutto il meridione, prevalentemente nella regione pugliese, diventando il simbolo celebrativo delle domeniche e